Esplora contenuti correlati

Il neonato al centro del futuro. Giornata mondiale sulla prematurità

20 novembre 2018

Lo spot televisivo

Ogni anno, il 17 novembre, si celebra la Giornata Mondiale della prematurità (World Prematurity Day), riconosciuta dal Parlamento Europeo grazie all’impegno della European Foundation for the Care of Newborn Infants (EFCNI) ed istituita nel 2008 per richiamare l’attenzione sul tema.

La Società Italiana di Neonatologia – SIN ed il Ministero della salute hanno realizzato uno spot da diffondere in occasione della Giornata.

In Italia, i neonati pretermine costituiscono il 10% delle nascite totali, incidendo sulla mortalità neonatale per il 50% e su quella infantile per il 40%, con un forte impatto sul SSN (dati 2015-2017 sistema Neonatal network - Società italiana di neonatologia). Si tratta di bambini nati prima della 37esima settimana di gestazione, chiamati “molto pretermine” o “estremamente pretermine” che, fin dai primi istanti di vita, hanno bisogno di terapie intensive neonatali adeguate poiché non avendo maturato completamente organi e apparati interni non possiedono ancora la capacità di adattarsi fuori dal grembo materno. La loro sopravvivenza e la  riduzione di possibili disabilità per i più piccoli dipendono essenzialmente dalle cure e dall’assistenza durante tale delicatissimo periodo di vita.

Obiettivi

L’obiettivo della campagna è sensibilizzare circa il tema dei neonati pretermine, richiamare il  valore della assistenza e sottolineare l’importanza della prevenzione dei fattori di rischio che possono favorire il verificarsi della prematurità.

Target

I destinatari sono tutti i cittadini con particolare riguardo alle coppie in età fertile.

Contenuto dei messaggi

Lo spot della durata di 30” richiama l’attenzione su due aspetti: l’assistenza nella prima ora di vita dei neonati pretermine ed il follow-up garantito nei primi anni di vita rimandando gli approfondimenti al sito www.neonatologia.it

Strumenti e mezzi

Lo spot televisivo è stato diffuso sulle reti Rai e sul web.

Fonte: Ministero della salute

campagna , neonato , prematurità
Torna all'inizio del contenuto