Esplora contenuti correlati

Campagna contro lo stalking

1 luglio 2009

Presentazione

La campagna intende informare e sensibilizzare in merito alla tematica dello stalking, un insieme di comportamenti reiterati di sorveglianza, controllo, contatto pressante e minaccia che invadono con insistenza la vita di una persona per toglierle la quiete e l’autonomia. Tali comportamenti persecutori sono riconducibili a molestie reiterate, sia sessuali che psicologiche, tali da causare uno stato di prostrazione che induce la vittima a modificare il modo di vivere quotidiano.

Dal 25 febbraio di quest’anno, in seguito all’entrata in vigore dell’apposita legge, lo stalking è riconosciuto come un reato, punibile con una pena dai sei mesi ai quattro anni di reclusione, come stabilito dall’articolo 612 bis del Codice Penale.

Lo spot, in onda sulle reti RAI dal 19 Luglio al 2 Agosto, mostra l’inquadratura ravvicinata di una giovane donna, seduta in preda all’angoscia nel salotto di casa, ossessionata dalla incessanti telefonate del suo persecutore. Lentamente l’inquadratura si allarga, rivelando come la stanza si sia tramutata in una vera e propria gabbia che imprigiona la donna. Le immagini si concludono mostrando la donna finalmente rasserenata e al di fuori della prigione, mentre viene formulato un invito dallo speaker: “Denuncia chi ti perseguita. Riprenditi la libertà”

Per una prima assistenza è attivo 24 ore su 24 il numero gratuito antiviolenza e antistalking 1522, che a breve sarà in grado di mettere in collegamento diretto le vittime con le questure, offrendo anche supporto psicologico e giuridico.

Diffusione

Per saperne di più

Link sul web

campagna , stalking
Torna all'inizio del contenuto