Esplora contenuti correlati

Contributi alle istituzioni scolastiche per l'acquisto di abbonamenti in aiuto alla lettura critica e all'educazione ai contenuti informativi

L’articolo 1, comma 390, della legge 27 dicembre 2019, n. 160 ha riconosciuto un contributo, fino al 90 per cento della spesa per l’acquisto di abbonamenti a quotidiani, periodici e riviste scientifiche e di settore, a favore delle istituzioni scolastiche, statali e paritarie, che adottano programmi per la promozione della lettura critica e l’educazione ai contenuti informativi, nell’ambito dei Piani per l’offerta formativa (POF) rivolti agli studenti che frequentano la scuola secondaria di primo grado.

Con decreto del Capo del Dipartimento per l’informazione e l’editoria, è adottato annualmente un bando con cui sono fissati i termini e le modalità d’invio delle domande, nonché i criteri di ammissione e l’ammontare delle risorse annualmente disponibili:

Chi può accedere al beneficio

Il contributo è riconosciuto alle istituzioni scolastiche, statali e paritarie, che adottano programmi per la promozione della lettura critica e l’educazione ai contenuti informativi, nell’ambito dei Piani per l’offerta formativa rivolta ai frequentanti la scuola secondaria di primo grado, per l’acquisto di abbonamenti a quotidiani, periodici e riviste scientifiche e di settore, in formato cartaceo o digitale.

Sono ammesse al contributo le spese sostenute per l’acquisto dei suddetti prodotti editoriali iscritti presso il competente Tribunale, ai sensi dell’articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, ovvero iscritti al Registro degli operatori di comunicazione di cui all’articolo 1, comma 6, lettera a) numero 5) della legge 31 luglio 1997, n. 249, dotati in ogni caso della figura del direttore responsabile.

Costituiscono altresì requisiti di ammissione:

  1. la delibera di recepimento, nell’ambito del Piano Triennale per l’Offerta Formativa, di programmi per la promozione della lettura critica e l’educazione ai contenuti informativi, nell’ambito delle seguenti aree:
    • la Costituzione, le istituzioni dello Stato italiano, dell’Unione europea e degli organismi internazionali; la storia della bandiera e dell’inno nazionale; l’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile, adottata dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite il 25 settembre 2015; l’educazione alla cittadinanza digitale, secondo le disposizioni dell’articolo 5 della legge 20 agosto 2019, n. 92; elementi fondamentali di diritto, con particolare riguardo al diritto del lavoro; l’educazione ambientale, sviluppo eco-sostenibile e tutela del patrimonio ambientale, delle identità, delle produzioni e delle eccellenze territoriali e agroalimentari; l’educazione alla legalità e al contrasto delle mafie; educazione al rispetto e alla valorizzazione del patrimonio culturale e dei beni pubblici comuni; la formazione di base in materia di protezione civile;
    • il dialogo interculturale ed interreligioso;
    • ogni altro approfondimento specialistico coerente con l’offerta formativa.
  2. la delibera del Collegio dei docenti che individua, nell’ambito dei prodotti editoriali ammessi al contributo, le testate riconosciute come utili ai fini didattici.

Come e quando presentare la domanda

Le istituzioni scolastiche che intendono accedere al contributo per l’anno 2020 possono presentare apposita domanda dal 10 febbraio al 30 aprile 2021.

Le domande possono essere presentate dal Dirigente dell’istituto scolastico esclusivamente per via telematica, secondo le indicazioni fornite dalla nota 385 del 8 febbraio 2021 della Direzione Generale per lo Studente, l’Integrazione e la Partecipazione del Ministero dell’Istruzione.

Determinazione del contributo

A fronte delle risorse stanziate, pari a 4 milioni di euro per l’anno 2020, ed in ragione del numero globale delle istituzioni scolastiche destinatarie, a ciascuna istituzione scolastica richiedente in possesso dei requisiti prescritti, è riconosciuto il rimborso pari al 90 per cento della spesa sostenuta per l’acquisto degli abbonamenti, se questa rientra nell’importo limite, fissato dal “bando” (che per l’anno 2020 è pari a 750 euro).

Se la spesa sostenuta è superiore all’importo limite, il contributo è riconosciuto per un importo pari al 90 per cento dell’importo limite, integrato, in presenza di eventuali risorse residue, della quota risultante dalla ripartizione proporzionale delle risorse residue tra tutti i soggetti che hanno richiesto importi superiori all’importo limite.

L’importo del contributo riconosciuto a ciascuna istituzione scolastica non può comunque essere superiore al 90 per cento della spesa sostenuta per l’acquisto degli abbonamenti.

Riconoscimento del contributo

L’elenco delle istituzioni scolastiche cui è riconosciuto il contributo con l’importo a ciascuna spettante è approvato con decreto del Capo del Dipartimento e pubblicato su questo sito entro trenta giorni dalla scadenza del termine di presentazione delle domande.

Erogazione del contributo

Il contributo è erogato mediante bonifici effettuati sui conti di tesoreria ovvero sui conti correnti bancari nel caso di scuole paritarie, intestati alle istituzioni scolastiche e dichiarati nella domanda di ammissione.

Per saperne di più

  • Per le risposte alle principali domande pervenute al Dipartimento, consultare le FAQ.

Normativa

Torna all'inizio del contenuto