Esplora contenuti correlati

Banca delle terre agricole

30 gennaio 2018

Lo spot televisivo

La “Banca nazionale delle terre agricole” è uno strumento di mappatura delle terre istituito con la Legge 28 luglio 2016, n.154, art.16 e realizzato dall’Istituto di Servizi per il Mercato Agricolo Alimentare (ISMEA), un ente pubblico economico nazionale sottoposto alla vigilanza del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali.

La Banca, tutta online, è nata per consentire, soprattutto ai giovani, di cercare terre pubbliche da far tornare all’agricoltura. Questo strumento costituisce una novità finalizzata a rimettere in circolo capitali e investimenti sul bene terra, segnando un punto fondamentale nella lotta all’abbandono dei terreni agricoli a beneficio della competitività dell’intero sistema agricolo italiano.

  • COME FUNZIONA

Trovare un terreno è facile come un click, visto che il sito di ISMEA contiene i terreni geolocalizzati su una mappa, che possono essere ricercati per Provincia. Sul sito di ISMEA sono disponibili tutte le informazioni, dalla posizione alle caratteristiche naturali, le tipologie di coltivazione e i valori catastali. Gli utenti possono consultare la Banca anche per grandezza dei terreni disponibili, potendo così fare ricerche più mirate alle esigenze produttive. Possono poi direttamente inviare la manifestazione di interesse per il terreno.

  • DOVE SONO I TERRENI

Nel complesso il primo lotto di terreni in vendita nella Banca nazionale delle terre agricole conta ben 8.116 ettari di terreni coltivabili. La Sicilia è la regione italiana più rappresentata con ben 1700 ettari di terreno, seguono Toscana e Basilicata con 1300 ettari, Puglia con 1200, 660 ettari in Sardegna e quasi 500 ettari in Emilia Romagna e Lazio.

  • COSA PRODUCONO

Le colture sono molteplici e variano dal seminativo, 3770 ettari, ai prati e pascoli con 1930 ettari, ai boschi con 800 ettari. Significativi gli ettari destinati alla coltivazione di uliveti e vigneti, rispettivamente 450 e 340 unità.

  • LA PROCEDURA

La procedura prevede un percorso semplice:

  • Da dicembre: manifestazione d’interesse per uno o più lotti sul sito della Banca della Terra
  • Da febbraio: procedura competitiva a evidenza pubblica tra coloro che hanno manifestato interesse

Obiettivi

La campagna di comunicazione istituzionale ha lo scopo di promuovere la manifestazione di interesse, partita il 5 dicembre 2017 con termine 3 febbraio 2018, cui seguirà la procedura competitiva a evidenza pubblica tra coloro che hanno manifestato interesse, per la vendita di ottomila ettari di terreni. Le risorse finanziarie della vendita saranno indirizzate da ISMEA esclusivamente ad interventi in favore dei giovani agricoltori.

Target

Il destinatario della campagna è la popolazione, con particolare riguardo ai giovani, che avranno la possibilità di accedere a mutui a condizioni più favorevoli.

Contenuto dei messaggi

La terra è vita. Da un seme crescono frutti, idee e sogni. Oggi puoi realizzarli grazie a Banca Nazionale delle Terre Agricole gestita dall’Ismea, ente del Ministero delle politiche agricole.

Vai su ismea.it e trova il terreno per coltivare il tuo futuro… e se sei un giovane sono previste delle agevolazioni.  I primi 8.000 ettari sono già disponibili. Scegli la tua terra e invia la manifestazione di interesse (in svp fino al 3 febbraio 2018) per partecipare alla vendita.

Banca nazionale delle terre agricole, seminiamo il futuro.

Strumenti e mezzi

Lo spot televisivo è in programmazione sulle reti RAI dal 22 gennaio 2018. I materiali creativi della campagna (filmato 30’’, annuncio stampa, video social network, banner) sono stati inoltre veicolati sui principali quotidiani nazionali e locali, periodici nazionali e siti web di informazione. Prosegue l’attività di informazione e di promozione online tramite anche i social network. E’ possibile reperire ulteriori informazioni attraverso il sito www.ismea.it e www.politicheagricole.it

Fonte: Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali  e Istituto di Servizi per il Mercato Agricolo Alimentare (Ismea)

banca , terre , agricole , campagna
Torna all'inizio del contenuto