Esplora contenuti correlati

Sicuramente noi

1 aprile 2010

Presentazione

In un contesto di crescente attenzione per la tutela del lavoro femminile, il 3 maggio 2010 ha preso il via la campagna di comunicazione del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali dedicata al ruolo attivo delle Consigliere di Parità.

Il Testo Unico 81/2008 in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro supera infatti la concezione tradizionale della tutela del lavoro femminile circoscritta alla gravidanza e introduce una più profonda valutazione del rischio connesso alle differenze di genere: sicurezza sul lavoro, stress, discriminazioni hanno un denominatore comune che viene enfatizzato nell’articolo 28. Si tratta di un’innovazione legislativa che recepisce e si allinea all’orientamento europeo e internazionale, incentrato sulla promozione della salute e della sicurezza sul luogo di lavoro, e che colloca in primo piano il tema della differenza di genere, come indicato nel Piano Strategico 2007/2012.

La campagna si pone l’obiettivo di informare i cittadini, e in particolare le donne che lavorano, sul ruolo delle Consigliere di Parità, che in ogni Regione e Provincia svolgono azioni concrete per promuovere l’occupazione femminile e la conciliazione tra lavoro e famiglia, intervenendo direttamente a sostegno delle pari opportunità, dell’uguaglianza e della sicurezza nei luoghi di lavoro. La rete delle Consigliere è coordinata dalla Consigliera Nazionale di Parità, prof.ssa Alessandra Servidori, nominata con decreto del Ministro del Lavoro e delle Politiche sociali di concerto con il Ministro per le Pari Opportunità.

La campagna mette in risalto alcune tra più comuni situazioni a rischio che le donne lavoratrici si trovano a dover gestire: inserimento nel mondo del lavoro, avanzamento di carriera, stress correlato alla conciliazione lavoro-famiglia, garanzia di adeguate condizioni di sicurezza.

Il claim “Sicuramente Noi” intorno al quale è costruito lo spot ha una doppia lettura: è la voce delle donne che dichiarano di aver bisogno di maggiori tutele ma è anche la voce delle Consigliere di Parità, che si propongono come strumento concreto per la difesa e il riconoscimento dei diritti e delle differenze di genere.

La campagna è prevista nelle prime 3 settimane del mese di maggio 2010 e utilizza diversi mezzi di comunicazione quali televisione (emittenti Rai), affissione (Video-comunicazione e Poster), radio locali e nazionali, stampa periodica, stampa free press, Internet e cinema.

A cura del Ministero del lavoro e delle politiche sociali

Campagna maggio 2010

Diffusione

campagna , sicurezza , lavoro
Torna all'inizio del contenuto