Esplora contenuti correlati

La mia salute di donna dipende anche da me

1 novembre 2012

Lo spot della campagna

Spot radio

Presentazione

Ancora oggi molte donne non dedicano un’attenzione adeguata alla tutela della propria salute. Le cause sono molteplici e i serrati ritmi della vita moderna non le aiutano certo a dedicare il tempo necessario per approfondire le informazioni sulle problematiche di salute che le riguardano in modo specifico.  
Proprio al fine di responsabilizzare le donne di ogni età alla cura della propria salute ed invitarle ad informarsi in prima persona sui servizi di supporto offerti dal Servizio Sanitario Nazionale, il Ministero della salute, in collaborazione con il Dipartimento per l'Informazione e l'Editoria della Presidenza del Consiglio dei Ministri, ha realizzato la campagna di comunicazione “La mia salute di donna dipende anche da me”.

OBIETTIVI

  • Rafforzare l’attenzione della donna nei confronti della propria salute
  • Diffondere la cultura della prevenzione primaria e secondaria attraverso l’adesione a screening e controlli periodici
  • Promuovere il sostegno offerto alle donne dalle strutture del Servizio Sanitario Nazionale deputate alla tutela della salute femminile

TARGET


Le donne di tutte le fasce d'età.

CONTENUTO DEI MESSAGGI


Il messaggio centrale della comunicazione è costituito dall'invito ad approfondire  le informazioni riguardanti la propria salute rivolgendosi in primo luogo ai vari operatori ed alle strutture del Servizio Sanitario Nazionale.
 
"La mia salute di donna dipende anche da me" è lo slogan della campagna, che sottolinea l'importanza di assumere, in modo consapevole, un atteggiamento più interessato e responsabile nei confronti della propria salute anche attraverso l'adesione agli screening gratuiti del SSN. Responsabilizzare, senza però colpevolizzare, le donne ad essere parte attiva nella tutela della propria salute ricorrendo con fiducia ai professionisti della sanità è l’invito lanciato dal Ministero. 
Testimonial della campagna è la cantante Noemi (vincitrice del Disco d'Oro 2010, finalista della trasmissione "X Factor" 2009, del Festival di Sanremo 2012) che ha aderito con entusiasmo all'invito del Ministero.

STRUMENTI E MEZZI


Per raggiungere il maggior numero di donne si è pensato di diffondere il messaggio di prevenzione attraverso ad uno spot televisivo e ad una versione radiofonica della durata di 30 secondi. La televisione rappresenta, infatti, a tutte le fasce di età, il media con più utenti abituali (oltre 97%). Anche la radio si posiziona ai primissimi posti per numero di utenti (80 %).
Lo spot è stato presentato in anteprima al congresso della Federazione Internazionale dei Ginecologi (FIGO) che si è tenuto a Roma lo scorso 7 ottobre e sarà veicolato dal 28 ottobre al 9 novembre 2012 sulle emittenti televisive e radiofoniche della Rai, negli spazi riservati alle pubbliche amministrazioni dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Fonte: Ministero della Salute

Campagna di novembre 2012

Link sul web

salute , donna , campagna
Torna all'inizio del contenuto