Esplora contenuti correlati

1su5

1 dicembre 2010

Presentazione

Lo scorso 29 novembre è stata lanciata a Roma “1su5”, la campagna contro la violenza sessuale sui bambini del Consiglio d'Europa, in collaborazione con il Ministro per le Pari Opportunità, Mara Carfagna. L'obiettivo principale è promuovere iniziative giuridiche, educative e di sensibilizzazione, rivolte a bambini, genitori, insegnanti e altre persone a contatto con i minori, al fine di fare conoscere l'entità del problema e fornire le conoscenze necessarie ad affrontarlo e prevenirlo.

La violenza sessuale, secondo quanto riporta il Consiglio d'Europa, è molto più diffusa di quanto si pensi: si stima che circa un bambino su cinque in Europa sia stato vittima di violenza sessuale. In una percentuale di casi che va dal 70% all'85%, i bambini conoscono i loro aggressori, mentre nel 90% dei casi i reati sessuali non vengono segnalati alle autorità. È su quest’ultimo aspetto, cioè sulla difficoltà a denunciare i conoscenti che abusano dei bimbi, che si concentra la Campagna, attraverso le avventure di “Kiko e la Mano”, i due protagonisti.

Il messaggio chiave della campagna è la Regola del Quinonsitocca, che i genitori devono insegnare ai loro bambini  (in particolare quelli di età compresa tra i 4 e i 7 anni) per far capire loro il diritto-dovere di porre delle barriere alla loro intimità e la necessità di esprimere i loro sentimenti e parlare con gli adulti di quello che gli succede. Perché non esistono segreti “buoni” o “cattivi”, con i genitori si può e si deve parlare di tutto.

La promozione dei messaggi-chiave avverrà attraverso una campagna di comunicazione e sensibilizzazione ‘cross-media’ che si affiderà ai tradizionali canali pubblicitari: spot tv e cinema, stampa su quotidiani per giovani, fumetti free press e mensili, affissioni negli aeroporti, web, distribuzione di leaflet specifici sui treni e il sito web dedicato www.quinonsitocca.it.
Lo spot televisivo sarà trasmesso sulle reti Rai dal 2  al 15 dicembre.

Campagna dicembre 2010

Diffusione

Link sul web

campagna , violenza , bambini
Torna all'inizio del contenuto